La vescica urinaria iperattiva, cosa si può fare

Attraverso il mio lavoro, vengo in contatto con moltissime donne che hanno problemi di vescica urinaria, dalla piccola perdita mentre si starnutisce, tossisce o corre, all’urgenza, alla vera e propria incontinenza che rende la vita particolarmente faticosa, spesso con il conseguente ritiro dalla vita sociale.

Ho cercato, per quanto possibile di fare una sintesi che non vuole essere ovviamente un trattato medico ma che dia un’idea di come il nostro corpo funzioni e come si può agire perché alcuni disturbi possano essere limitati se non addirittura eliminati.

Ho inserito per ovvie ragioni la fonte da cui ho estratto e tradotto la maggior parte delle informazioni anche se alcune parti sono state prese qui e là in modo da ottenere un quadro il più possibile completo.

A breve seguiranno informazioni riguardanti la MENOPAUSA e i suoi effetti e GLI ESERCIZI per la GINNASTICA PELVICA

A presto!

 

Prendersi cura della vescica urinaria

Riprogrammare la vescica urinaria sviluppando buone abitudini !

La vescica urinaria è un organo muscolare preposto al contenimento dell’urina posto nel bacino. Fa parte dell’apparato urinario che è l’insieme di organi e di strutture finalizzati all’escrezione dell’urina o di altri prodotti di scarto.

I reni producono urina continuamente. Un rivolo di urina passa costantemente nella vescica attraverso l’ureteri, condotti che vanno dai reni alla vescica . L’urina prodotta varia in quantità in base a ciò che si beve, mangia e a quanto si suda. L’espulsione dell’urina avviene attraverso l’uretra che è normalmente chiusa, a far si che la chiusura sia efficace ci pensano i muscoli pelvici, al di sotto della vescica.

Quando una certa quantità di urina è nella vescica, generalmente 200/300 ml, attraverso complessi messaggi nervosi tra il cervello, la vescica e I muscoli pelvici, si percepisce lo stimolo che la vescica è piena e noi andiamo in bagno. Con la minzione, l’espulsione dell’urina, i muscoli della vescica si contraggono mentre l’uretra e i muscoli pelvici si rilassano

Se la nostra vescica è iperattiva, invierà al cervello messaggi che indicheranno la necessità di svuotarla anche se non è piena. Di conseguenza, ci ritroveremo ad andare frequentemente e in tutta fretta in bagno oppure ad avere la forte sensazione di doverci andare. Se è solo da poco che si verificano questi sintomi è importante una visita dal medico perché potrebbe significare che sia un’infezione urinaria a causare il problema.

I principali sintomi di una vescica iperattiva includono

• Urgenza: un’improvvisa impellenza di dover urinare che non si può posticipare

• Frequenza: andare al bagno molte volte durante il giorno, da oltre sette volte a molto di più

• Nicturia : andare in bagno di notte, svegliandosi

• Incontinenza da sforzo: può capitare che ci sia un rilascio di urina durante uno sforzo oppure che non si arrivi in bagno per tempo

Cosa causa la sindrome della vescica iperattiva?

La causa della sindrome da vescica iperattiva (quando non si conosce una causa certa) non è compresa completamente. I muscoli della vescica sembrano voler essere attivi contraendosi quando non dovrebbero. Normalmente, il muscolo della vescica (destrusore) è rilassato mentre la vescica gradualmente si riempie. Mano a mano che la vescica aumenta di volume e noi sentiamo lo stimolo alla minzione quando essa è all’incirca piena a metà. La maggior parte delle persone sono in grado senza difficoltà di trattenere lo stimolo fino al momento più appropriato per andare in bagno. Ciò non avviene in coloro che hanno una vescica iperattiva. Il muscolo invia il segnale sbagliato al cervello facendo percepire la vescica come piena quando non lo è e soprattutto crea l’impellenza, non siamo noi a decidere quando andare in bagno, si perde il controllo delle contrazioni della vescica.

I sintomi della vescica iperattiva possono essere amplificati in momenti di stress (chi non ha mai avuto l’urgenza di andare in bagno prima di un esame o prima di prendere un aereo?) Altri elementi che possono peggiorarli sono la caffeina, teina, cola, alcol.

in alcuni casi, i sintomi di una vescica iperattiva si sviluppano a seguito di complicazioni nelle malattie correlate ai nervi o al cervello quali ictus, morbo di Parkinson, sclerosi multipla o a causa di una lesione alla colonna vertebrale. Sintomi simili possono verificarsi in caso di infezione urinaria o calcoli alla vescia, in questo caso non si tratta di una sindrome da vescica iperattiva in quanto la ragione è conosciuta.

Come possiamo aiutarci nella vita di tutti I giorni?

• Andare in bagno – Deve essere il più facile possibile, se si hanno problemi di deambulazione o di equilibrio, è opportuno pensare di fare alcuni adattamenti. Ad esempio una maniglia a cui sostenersi, oppure un vater più alto.

• Caffeina – Si sa che tè, caffe, coca cola, così come alcuni analgesici contengono caffeine che ha effetti diuretici e può inoltre stimolare direttamente la vescica peggiorando il senso si urgenza. Si può provare per una settimana ad eliminare la caffeina e vedere cosa accade. Se i sintomi migliorano si hanno due possibilità: eliminare completamente alimenti contenenti caffeina oppure avere un bagno a portata di mano quando si beve un buon caffè!!

• Alcol – In alcune persone, l’alcol può peggiorare i sintomi. Valgono anche in questo caso I suggerimenti dati per la caffeina

• Bevi quantità normali di liquidi – Potrebbe sembrare una buona idea ridurre la quantità di liquidi giornalieri di modo che’ la vescica non si riempia in fretta. In realtà ciò può peggiorare i sintomi perché, l’urina in questo modo concentrata, potrebbe irritare i muscoli della vescica. Bevi quotidianamente un giusto quantitativo, due litri è consigliato e aumenta quando il clima è molto caldo.

• Vai in bagno solo quando ne hai realmente bisogno – Alcune persone prendono l’abitudine di andare n bagno più frequentemente di quanto non sia realmente necessario. Andare in bagno giusto per essere sicuri, può apparentemente sembrare ragionevole, ritenendo che svuotando la vescica regolarmente questa non svilupperà i sintomi della vescica iperattiva ma, nel tempo invece la situazione peggiorerà di gran lunga. Infatti, andare in bagno troppo spesso creerà un circolo vizioso in cui la vescica imparerà a trattenere meno diventando molto più sensibile e iperattiva nel momento in cui, in situazioni contingenti, non si avrà un bagno a portata di mano. Questo avviene perché la vescica non è abituata a dilatarsi, rendendo difficile trattenere l’urina

Riprogrammare la vescica

Le donne con un vescica iperattiva, vanno spesso in bagno, come si diceva prima “giusto per” o cercano di tenere la vescica sempre vuota. Questa abitudine di fatto crea un ulteriore peggioramento dei sintomi. Occorre riprogrammarla! Lo scopo è portare lentamente la vescica a dilatarsi permettendole di contenere sempre più urina, e con il tempo, essere più in controllo della nostra vescica, consentendo un intervallo più lungo tra lo stimolo di andare in bagno e il momento in cui di fatto si va, ottenendo inoltre di evitare le perdite di urina.

Lo scopo è di urinare 5-6 volte nelle 24 ore, ogni 3-4 ore circa. Oltre a ciò, ogni volta che si usa il bagno si dovrebbe rilasciare molta più urina di quanto generalmente accada con una vescica iperattiva. Come media, l’individuo senza una vescica iperattiva va in bagno ogni ora circa e rilascia normalmente 250-300 ml.

Come procedere nel percorso per la riprogrammazione della vescica

1. Tieni un diario

Tenere un diario per 2 o 3 giorni di seguito per alcuni mesi può darti indicazioni più precise non solo di quali sono le tue abitudini ma se realmente esiste un problema e se ci son segni di miglioramento. Generalmente una persona con vescica irritabile rilascia 100-200 ml di urina quando va in bagno.

Sono informazioni utili anche al medico nel caso necessitassi del suo intervento. Annota ogni quanto vai in vai in bagno e se possibile, fai pipì in un contenitore di plastica per verificare quanto ti svuoti ogni volta. (il week end potrebbe essere il momento migliore). Annota anche cosa, quanto e quando bevi. Infine annota ogni qualvolta c’è un episodio di perdita di urina.

2. Calma l’urgenza

Molte donne con una vescica iperattiva, hanno delle situazioni scatenanti l’urgenza. Riuscire ad individuarle e distraendosene. può essere efficace per posticipare l’utilizzo del bagno. Alcuni esempi: uscire di casa, aprire la porta per rientrarvi, lavarsi le mani o sentire l’acqua scorrere, tanto per dare un’idea, ogni individuo reagisce diversamente

Prova a cantare una canzone (mentalmente se sei in pubblico  ) conta al contrario, occupa in qualche modo la mente perché non torni continuamente al : devo andare in bagno!!!!

Pensa alle bambine e alle strategie che adottano: si tengono la parte, incrociano le gambe, si alzano e abbassano sulle punte dei piedi! Loro lo fanno inconsapevolmente ma questi diversivi aiutano a stimolare la muscolatura pelvica a trattenere e a calmare l’urgenza.

Prova anche tu ad incrociare le gambe o a sederti sul bracciolo del divano in modo d’avere pressione sulla zona pelvica. Se sei in piedi, andare su e giù sulle punte dei piedi incrociando le gambe può aiutare

3. Utilizza i muscoli pelvici

Contrarre la muscolatura pelvica aiuta a calmare la vescica. Esistono esercizi utilissimi di cui si parlerà in seguito, che vengono eseguiti, mantenendo la contrazione più a lungo possibile fino a che l’urgenza si placa,

4. Respira

Trattenere il respiro oppure respirare troppo velocemente può causare perdite di urina o urgenza. Calma il tuo respiro, rallentandolo e avrai più possibilità di mantenere il controllo e trattenere l’urina.

Utilizzando queste strategie, prova ad allungare I tempi tra una visita al bagno e l’altra. L’importante è non provarci troppo, troppo presto . Occorre tempo prima che la vescica impari a trattenere. Inizialmente è sufficiente aspettare giusto qualche minuto in più. Anticipare i tempi, non solo sarà frustrante, ma non ci saranno miglioramenti!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *